giovedì 6 marzo 2014

Robin Hood... "de' noantri"

Prima delle modifiche
Lo so, lo so Carnevale è passato.
Era meglio pubblicare prima il costume fai da te.
Ma vi assicuro che è stata un'impresa far indossare questo vestitino a Daniele. Ho dovuto cucirlo di sera (o meglio di notte dato gli orari che lo Gnomo adotta per addormentarsi), senza poter prendere le misure, se non qualcosa di approssimato dai suoi abiti abituali.
Le prove per verificarne la grandezza sono sempre andate male. Addirittura l'ultima domenica di carnevale, è uscito con un vestito praticamente di due taglie più grandi perché non ho avuto la possibilità di adeguarglielo. Però dovevo comunque farlo uscire di casa travestito, per fargli capire quanto fosse divertente il Carnevale. Lui forse non si sentiva troppo a suo agio vestito con qualcosa ti tanto strano e tanto verde. Ma è bastato scendere le scale di casa nostra, vedere altrettanti bambini vestiti in maniera ridicola per lasciarsi andare e non pensare troppo al costume che indossava.
Poi però io mi son data da fare con gli aggiusti e all'ultima festa ha indossato il vestito adatto alle sue misure gnomesche.  Solo che io come al solito non ho pensato di portarmi la reflex e mi sono arrangiata con il cellulare per qualche foto.
 
Comunque magari può tornarvi utile per l'anno prossimo questa piccola spiegazione su come confezionare in maniera davvero semplice un costume di Carnevale diy.
 
Occorrente:
 
Mezzo metro di pannolenci verde
Mezzo metro di Pannolenci marrone
Macchina per cucire
Filo di colore marrone e verde
Un pezzettino di stoffa (di recupero magari) color rosso e uno nero
Spille e gessetti
 
Per prima cosa mi sono studiata un pochino il vestito di Robin Hood guardando le immagini su internet. L'ho trovato molto semplice e mi sono lanciata nell'impresa.
 
  • 
    Dopo gli aggiusti
     
    Per la casacca sono partita dalle misure del cappottino di Daniele, perché è un po' più lungo di una maglia e soprattutto più largo, perché bisogna tener conto che sotto il costume dobbiamo comunque mettergli almeno una maglietta per tenerlo caldo. Quindi usando il cappottino ho sagomato la casacca sul pannolenci verde, piegato a metà (la piega dovrà corrispondere al punto in cui verrà il collo) e tagliato lungo la sagoma. Dopodiché ho praticato un taglio sul retro, per creare l'apertura, a cui ho aggiunto tre bottoncini. Poi per non fare l'orlo ho fatto dei tagli a zig zag alla fine della giacca ( sbagliando perché tutti lo mi chiedevano se era Peter Pan o Robin Hood ihihihh).
 
  • Per il cappellino Sono partita da una sorta di triangolo rettangolo con l'angolo retto in alto  cucito a rovescio. Al quale ho applicato due fasce sempre a forma di triangolo (molto allungato questa volta) che ho cucito all'interno del cappello sempre a rovescio e le ho girate poi verso l'esterno ottenendo la caratteristica forma del cappellino del nostro eroe di Sherwood. Per finire il cappello, ho sagomato una piccola piuma rossa che ho applicato sul lato destro.
 
  • Infine per la cintura ho cucito un lungo pezzo di stoffa marrone, al quale ho applicato una fibbia nera che ho fatto mettendo insieme delle "liniette" di stoffa nera a forma di "H" e dei bottoni sul retro per chiuderla.
 
 
 
 
 
Molto più semplice da fare che da dire, ve lo garantisco.
 
ps. L'arco l'avevo comprato, solo che Dany lo ha distrutto prima del suo utilizzo "carnevalesco" ed è stato praticamente impossibile da ritrovare, a quanto pare in molte hanno avuto la mia stessa idea ;-)






2 commenti:

  1. Bellissimo il tuo cucciolotto Letizia. Un grandissimo abbraccio

    RispondiElimina